Il risparmio con la surroga del mutuo

Di recente i tassi di interesse e di riflesso i tassi sui mutui, grazie le politiche espansive della Bce, sono diventati così convenienti che le offerte di nuovi finanziamenti per l’acquisto di casa sono sempre più allettanti.
Nonostante l’ondata di surroghe che ha caratterizzato negli scorsi anni il mercato dei mutui sia in via di esaurimento non è detto che non ci possa essere un ritorno di fiamma dovuto, appunto, ai tassi in continua discesa.
Surrogando un mutuo oggi il risparmio può essere notevole rispetto a qualche anno fa, considerato il fatto che dal 2007 la surroga del mutuo, ovvero il suo spostamento ad un’altra banca a migliori condizioni, è gratuita, e che i mutui sono ai minimi storici, con la conseguenza che i parametri Euribor ed Eurirs ormai non si aggiungono ma si sottraggono agli spread bancari.
Facendo riferimento al miglior tasso fisso di surroga, dello 0,79%, esistono quattro possibilità per un debito residuo di 130 mila euro per un immobile da 220.000 euro, con durata residua di 20 anni.
Chi partisse da un tasso fisso di partenza del 2% vedrebbe la rata scendere di circa 70 euro e gli interessi di oltre 17mila euro;
Chi abbia stipulato un mutuo iniziale a tasso fisso del 2,5%, con la surroga oggi risparmierebbe oltre 100 euro al mese e 25 mila euro a fine mutuo;
Infine, chi avesse stipulato un mutuo al già vantaggioso tasso dell’1% si avrebbero 12 euro di risparmio al mese e 3 mila euro in meno in 20 anni.
Per un tasso di partenza dell’1,5% si parla di un risparmio mensile di 40 euro e di 10 mila euro di interessi in meno;

 

Fonte: idealista.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *